All Posts By

Fabio

La Musica può fare

‘La Musica può fare’ 4: España Circo Este

  • By
  • 19 giugno 2015

Poco più di due anni di attività e già oltre 300 concerti alle spalle, lungo tutta l’Italia e la Spagna; gli España Circo Este rappresentano una vera e propria carovana musical-circense dal sound unico e originale, fra il sacro e profano, fra lo stoner ed il balkan, con influenze reggae e Tango-Punk.

La loro forza è il live: pazzo, colorato e tiratissimo. Gli España Circo Este hanno calcato i palchi più ambiti d’Italia (Rivolta, Estragon, Carroponte, Deposito Giordani, Palearizza, Apartaménto Hoffman, Sherwood Festival, S9…), suonato insieme a tanto del meglio del panorama italiano.

Gli España Circo Este hanno all’attivo due E.P., CIRCO ESTE CIUDAD e BUCATESTA, entrambi andati più volte in ristampa senza alcuna distribuzione e promozione a supporto.
Il loro Bucatesta Tour, da gennaio 2014 ad ottobre 2014, li ha visti protagonisti in ben 114 concerti; un viaggio lungo tutta l’Italia per oltre 80.000 km con in mezzo anche un tour in Spagna.

LA REVOLUCIÓN DEL’ AMOR è il loro primo full lenght uscito il 16 Gennaio 2015. L’album, presentato in anteprima su Rockon.it  è edito dall’etichetta Treid e distribuito nei negozi e nei digital stores da Goodfellas. Il 23 gennaio 2015, in contemporanea con l’inizio del tour, viene presentato alle radio nazionali il primo singolo estratto dall’album, la title track, “La Revolucion del’Amor”.

Il 23 febbraio 2016 è stato presentato il videoclip di “Quelli del Bau Bau”, in anteprima su “La Repubblica” e dal primo marzo disponibile anche sul canale ufficiale youtube della band, è il secondo singolo estratto da “LA REVOLUCIÓN DEL’ AMOR”.

L’album riscuote ottimi riscontri sia da parte della critica che da parte del pubblico: sono diversi i sold out collezionati durante le prime delle quaranta date del loro tour invernale che li vedrà protagonisti – da fine marzo a metà aprile – anche in Europa, con concerti in Austria, Danimarca, Germania, e Repubblica Ceca.

“Definirli e’ impresa ardua: nel loro sound coloratissimo, vibrante, ritmicamente esaltato, si intravedono sfumature balcaniche… l’eterno levare del reggae, una facilita’ nello scovare l’intuizione melodica giusta tipicamente italiana… non stupisce che questi ragazzi nei live siano UNA FORZA DELLA NATURA. (Rockerilla)”

Festival “La Musica può fare” 4 – Evento Facebook

España Circo Este

Official Web Site – Facebook – Twitter – Instagram – YouTube

Festival ‘La Musica può fare’ 4

Official Web Site – Facebook – Twitter

 

Notizia offerta da LYL | #liveyourlive

LYL-Logo

(www.lylapp.com)

 

No Comments
La Musica può fare

‘La Musica può fare’ 4: Giovanni Truppi

  • By
  • 17 giugno 2015

Giovanni Truppi è nato a Napoli nel 1981. Più di cento concerti in meno di due anni, un crescendo esponenziale dovuto soprattutto al passaparola tra pubblico e addetti ai lavori ed al magnetismo dei suoi live, ora un disco nuovo omonimo. Cantante, chitarrista e pianista come pochi, negli anni la musica di Truppi è stata accostata dai critici agli artisti più disparati (da Jeff Buckley a Giorgio Gaber, da Paolo Conte a Lou Reed) probabilmente per cercare di prendere le misure ad un talento compositivo e performativo completamente inedito nel panorama italiano, che non è riconducibile a nessuna ‘scuola’ pur mostrando di averne digerite molte e che fa della trasversalità e della felice convivenza di opposti uno dei propri tratti distintivi. Il suo primo disco è “C’è un me dentro di me” del 2010.

Nel 2013 esce “Il mondo è come te lo metti in testa”. Rock, avanguardia, e canzone d’autore; poesia e ironia, potenza espressiva e leggerezza, complessità e ingenuità sono i poli attraverso i quali si muovono le sue canzoni

“Giovanni Truppi” arriva nel 2015, ed è un disco che parla di amore e di sesso, di politica e di Dio, delle donne e degli uomini. È un disco psichedelico perché è un viaggio dentro, intorno e fuori la coscienza di un uomo e dell’Uomo ed è un disco di musica complessa che arriva dritta al cuore e al cervello. Prodotto da Marco Buccelli e registrato da Ivan Antonio Rossi presso lo Studio Nero di Roma è una raccolta di dieci canzoni dai molteplici livelli di lettura.

Trasformismi resi omogenei da un’attitudine giocosa. Una voglia post-moderna, post-indie, post-tutto, di giocare senza preconcetti con la canzone d’autore d’ogni epoca, in un ventaglio personalissimo di declinazioni. (Gianluca Veltri da Mucchio Selvaggio)

Giovanni Truppi – Giovanni Truppi (2015) [Streaming da Spotify]

Festival “La Musica può fare” 4 – Evento Facebook

Giovanni Truppi

Official Web SiteFacebookTwitterYouTubeSoundCloudBandcamp

Festival ‘La Musica può fare’ 4

Official Web Site – Facebook – Twitter

Notizia offerta da LYL | #liveyourlive

LYL-Logo

(www.lylapp.com)

No Comments
La Musica può fare

‘La Musica può fare’ 4 – Come raggiungere Villa Cristina

  • By
  • 14 giugno 2015

La quarta edizione del Festival “La Musica può fare” si terrà come da tradizione presso Villa Cristina, a Santa Maria Capua Vetere (CE). Essa, è situata su Via Gaetano Cappabianca, delle indicazioni nelle strade limitrofe consentiranno agli spettatori di raggiungere la location senza difficoltà.

Come raggiungere Villa Cristina, dal casello autostradale di Santa Maria Capua Vetere:

Dal casello autostradale di Caserta Nord:

Parcheggi:

 LYL-Logo

Notizia offerta da LYL – #liveyourlive

www.lylapp.com

Festival “La Musica può fare” 4 – Evento Facebook

Festival ‘La Musica può fare’ 4

Official Web Site – Facebook – Twitter

No Comments
La Musica può fare

‘La Musica può fare’ 4: Accrediti Stampa

 Festival “La Musica può fare” 4 – Evento Facebook

Festival ‘La Musica può fare’ 4 a sostegno de ‘La Bottega del Clown’

Official Web Site – Pagina FacebookProfilo Twitter

L’ Associazione Culturale Club 33 Giri in occasione della quarta del festival ‘La Musica può fare’ dà la possibilità ai giornalisti, fotografi, web tv e televisioni di richiedere l’accredito alla manifestazione.

La richiesta va inviata al seguente indirizzo: ufficiostampa@club33giri.it

I dati necessari per la richiessta sono i seguenti:

  • Nome e Cognome;
  • Testata giornalistica;
  • Indirizzo email;
  • Numero di telefono.

N.B: Le richieste possono essere in un massimo di due accrediti per testata (giornalista + fotografo, giornalista + cameraman).

L’ufficio stampa dell’evento, dopo aver effettuato le dovute verifiche,  si riserva la possibilità di non accettare l’accredito.

Data limite per la richiesta: 19 giugno 2015.

Gli accrediti potranno essere ritirati dalle ore 17 presso l’ingresso di Villa Cristina in Via G. Cappabianca, Santa Maria Capua Vetere (Ce). Sarà possibile intervistare gli ospiti dell’evento a partire dalle ore 17  fino alle ore 20.

Scarica il Press Kit 2015

 

No Comments
La Musica può fare

‘La Musica può fare’ 4: Sabba & Gli Incensurabili

  • By
  • 12 maggio 2015

Sabba, Salvatore Lampitelli, incontra gli Incensurabili (Luca Costanzo, Alessandro Grossi, Alessandro Mormile e Alfonso Donadio) nel luglio 2010. Li unisce un obiettivo comune: l’utilizzo della musica come mezzo di denuncia. Si parla di situazioni che vengono oscurate per fare spazio a cose ben più importanti per l’italiano medio: il Grande Fratello, la partita della nazionale, l’intreccio amoroso tra il V.I.P. di turno e la spogliarellista anonima che diventa celebrità tutto d’un tratto.

I testi di Salvatore “Sabba” Lampitelli, già voce e chitarra di Franco Del Prete & Sud Express, si sposano col sound che mettono insieme quattro musicisti con background molto diversi: un mix fresco e frizzante che la band riesce a trasmettere con l’energia e la rabbia di chi non vuole abbassare la testa di fronte ai silenzi e alla rassegnazione che stanno conducendo il Paese inesorabilmente alla deriva. Nell’ Estate 2011 registrano un primo Ep dal titolo “Sì, Ma Quanta Gente Porti?”, un monito alla situazione dei live della scena musicale indipendente in Italia. Il Lavoro ottiene grande interesse da pubblico e critica e viene susseguito da un tour ricco di date che tocca le principali città italiane.

I mesi a cavallo fra il 2011 ed il 2012 sono tempi di crisi per l’economia capitalistica globale e di rinnovamento nelle alte sfere direzionali delle politiche europee. In questo stesso periodo Sabba e Gli Incensurabili decidono di attendere il bivio “crollo o rinascita” del sistema civiltà negli studi di registrazione dove nasce il loro primo disco. Argomento principe è l’irriverenza nel raccontare le anime, i disagi e le ombre che si nascondono fra la gente comune; così nasce “Nessuno Si Senta Offeso” (BulbArtWorks/Audioglobe). Dieci racconti che rappresentano estratti di vita di altrettanti personaggi del quotidiano: panettieri e impresari, donne gioiose, emigranti ed innamorati persi, sempre visti attraverso un occhio lungimirante e con uno spirito umoristico che spesso sa di provocazione.Dopo “Nessuno Si Senta Offeso” (BulbArtWorks/Audioglobe), uscito nel 2012, arriva a gennaio 2015 “Sogno e son Fesso”, che racchiude in sole dieci canzoni il diritto alla speranza di una generazione rinnegata dalle sue stesse radici che, dopo vent’ anni di silenzio, si ritrova a sostenere il peso di una storia a cui non sente di appartenere.

“Sogno e Son Fesso” può essere riassunto nella frase “via dall’idea che non meritiamo di più” che troviamo nella canzone Per Resistere: perché l’album si propone di dare, di trasmettere a chi ascolta un motivo per andare avanti, oltre le proprie battaglie quotidiane. A modo loro, Sabba e Gli Incensurabili hanno scelto di resistere con la Musica. Nel disco, tra le altre, un bellissimo duetto con Giovanni Block sulle note della canzone Un giorno perfetto.

Sabba & Gli Incensurabili – Nessuno si senta offeso (2015)  [Streaming da Spotify]

Festival “La Musica può fare” 4 – Evento Facebook

Sabba e Gli Incensurabili

Official Web SiteFacebookTwitterGoogle+YouTubeITunes

Festival ‘La Musica può fare’ 4

Official Web Site – Facebook – Twitter

 

Notizia offerta da LYL | #liveyourlive

LYL-Logo

(www.lylapp.com)

 

No Comments
Altro (Tornei, ecc) Eventi

1° Torneo di Ping Pong

  • By
  • 13 aprile 2015

L’Associazione Culturale Club 33 Giri è lieta di annunciare la prima edizione del torneo di Tennis Tavolo.

L’evento è in programma per Martedì 21 aprile 2015, con appuntamento fissato alle ore 20:00 per tutti coloro che intendono partecipare. Per i tesserati Club 33 Giri il costo di iscrizione al torneo è di: 3,00 €. Chi non è tesserato, può diventare socio annuale del Club 33 Giri nella serata del Torneo (ed iscriversi allo stesso) al costo complessivo di 5,00 €.

Saranno seguite le norme del regolamento FITET (federazione italiana tennis tavolo).

I partecipanti verranno suddivisi in gironi; i migliori classificati accederanno alla seconda fase ad eliminazione diretta.

Le gare saranno divise in set con arrivo ad 11 punti. Chi vince due set si aggiudica la vittoria.

Per eventuali informazioni e per iscriversi, è necessario contattare i seguenti numeri: 334-2641034

Evento Facebook

No Comments
Bacheca

Calendario Eventi Aprile 2015

Siamo lieti di annunciare il calendario eventi per il mese di aprile 2015. 

Tanta bella musica, tante iniziative, tanti amici che verranno a trovarci, anche da lontano. Scopri come tesserarti qui: http://goo.gl/29v0eB

Venerdì 3 aprile 2015, ore 21.30  – Giò Vescovi Blues Band // “Don’t Look Black” Tour // Live

Saliranno sul palco, per una serata totalmente dedicata al blues, Giò Vescovi, lead vocal, harp, diamonica; Carmine Capasso, electric guitar, banjo, cigar box; Alessandro Gosta, bass; Angelo Mastrangelo, piano, synt e Luciano De Fortuna, percussioni varie ed eventuali. La Giò Vescovi Blues Band presenterà il suo nuovo album “Don’t look black”, e proporrà al pubblico alcuni dei tredici brani nuovi di zecca, scritti con certosina pazienza in due anni di lavoro. Giò Vescovi di origine siciliana, ma residente a Caserta, è in attività da decenni; ha condiviso il palco con artisti del calibro di: Paul Young, Sherrita Duran, Tony Coleman, Nick Becattini, Ernesto Vitolo, Enzo Gragnaniello, Tony Cercola, Shemekia Copeland, John Lee Hooker jr, Joe Amoruso, Tony Esposito e non ultimo Antonio Onorato, un musicista jazz di rilievo internazionale. Ingresso: Per i tesserati ingresso gratuito // Con primo tesseramento 2014/2015 5 euro 

Giovedì 9 aprile 2015, ore 21 – Unlearning // Proiezione Docu-Film

“Se lasciassimo la zona comfort della nostra esistenza, disimparando la religione del comfort per condividere i tempi, gli spazi, le logiche e i meccanismi di relazione con chi ha un concetto diverso di famiglia? Come vedremo la vecchia vita al nostro ritorno? E, soprattutto, la vorremmo ancora? Abbiamo viaggiato 180 giorni, percorrendo 5821 km senza auto. Siamo stati ospiti di 38 famiglie che ci hanno coinvolto nel loro stile di vita. Ecco la nostra storia…”  Il viaggio di Lucio, Anna e Gaia attraverso ecovillaggi, comunità, famiglie itineranti per conoscere chi ha avuto il coraggio di cambiare. Alla serata saranno presenti i protagonisti. Ingresso gratuito per i tesserati / Con primo tesseramento 5,00 euro

Venerdì 10 aprile 2015, ore 21.30 – After Bros // Rockabilly Night // Live

La band sammaritana After Bros salirà sul palco per una serata che promette grandi sorprese. Il rockabilly, genere musicale sviluppatosi nei primi anni cinquanta, è una delle prime forme di rock and roll. È una fusione tra blues, R&B, bluegrass country ed originaria del sud degli Stati Uniti. Era tra i generi più suonati dai musicisti bianchi. Vero e proprio simbolo del rockabilly mondiale è da sempre Elvis Presley. Sarà una serata danzante all’insegna del rock. Ingresso: Per i tesserati contributo live 3 euro // Con primo tesseramento 2014/2015 5 euro 

Domenica 19 aprile 2015, ore 21.30 – Emilio Stella // Live

Emilio Stella è un cantautore nato e cresciuto alle porte di Roma. Canta storie di vita vissuta, di vite che diventano storie. Dal 2010 porta in giro la sua musica, ha avuto modo di incontrare numerosi artisti della scena musicale romana e non solo. Nel maggio 2014 il lancio del singolo “Capocotta non è Kingston”, accompagnato da videoclip che supera in una settimana le 50.000 visualizzazioni e viene indicato da Repubblica.it, Messaggero.it, Affari Italiani.it e da Studio Aperto, come il singolo “tormentone” dell’estate 2014. Ingresso: Per i tesserati contributo live // Con primo tesseramento 2014/2015 5,00 euro 

No Comments
Bacheca

Riunione Collettivo del 18 Marzo 2015

Si terrà Mercoledì 18 Marzo, dalle ore 21.30, in via Perla (Central Park, Angolo Jan Palach) a Santa Maria Capua Vetere (CE), la riunione collettivo firmata Club 33 Giri.

Segue un elenco breve degli argomenti di discussione della serata:

  • Festival ‘La Musica può fare 4’
  • Proposte e suggerimenti degli intervenuti

Per partecipare alle riunioni è necessario tesserarsi: http://goo.gl/29v0eB

No Comments
Altro (Tornei, ecc) Eventi

Si salvi chi O.S.I.

Domenica 22 Marzo a partire dalle ore 19:30; il Club 33 Giri è lieto di presentare una serata dedicata ai temi salute ed ambiente, due argomenti da molto dibattuti e tornati alla ribalta nel tempo a causa di rivelazioni, scandali, inchieste ed indignazione; l’ evento in collaborazione con il Comitato “#StopBiocidioCaserta” sarà articolato in due momenti: la proiezione di 3 opere video sul tema ed un dibattito finale con i creatori dei lavori precedentemente proiettati. Un incontro che parla di “Terra dei fuochi” e lo vuole affrontare dal punto di vista di chi ha documentato lo stato attuale delle cose e delle loro esperienze sul campo.

Si inizierà alle ore 20:30 con il corto “Ogni Singolo Giorno“, regia di Thomas Wild Turolo, soggetto di Ornella Esposito e Thomas Wild Turolo;  l’ opera inverte il punto di vista che fino ad ora i media hanno adottato: il protagonista vero è l’uomo non il rifiuto e il suo carico di morte. Il cittadino campano,  la sua voglia di reazione ai problemi e la necessità di rimpossessarsi di un territorio martoriato, queste le linee guida del documentario.

 

 

Ospite per il dibattito finale: Ornella Esposito (co-autrice di “Ogni Singolo Giorno”).

 

Alle ore 21:30 sarà il momento del film breve “Svanire” prodotto dalla “Blow Up Film” in associazione con Mutamenti/Teatro Civico 14 e Fondazione Mario Diana ONLUS.

 

 

Ospiti per il dibattito finale: Angelo Cretella ed Alessandro Lanciato (rispettivamente regista/autore e direttore della fotografia di “Svanire”).

Alle ore 22:00;  ad essere proiettato sarà “In mezzo a tutto questo“, documentario la cui regia è di  Ermenegido Rivezzi, Guido Rizzone e Andrea Costa.

Ospiti del dibattito finale i tre registi dell’ opera visiva.

Al termine delle proiezioni, insieme ai protagonisti elencati si dibatterà sulle tematiche centrare dai 3 short movie con i protagonisti degli stessi.

Evento Facebook – Si salvi chi O.S.I.

 

Ingresso:

  • Gratuito per i tesserati
  • 5,00 € per i non tesserati. Al momento del tesseramento, coloro che doneranno un libro o un fumetto al Club 33 Giri riceveranno in omaggio un bicchiere di vino.
No Comments
Eventi Musica Live

Flux Refrain – “Ciò che non ci serve” LIVE

 Flux RefrainVenerdì 27 Marzo, ore 21:30; i Flux Refrain presenteranno dal vivo il loro primo EP: “Ciò che non ci serve” presso l’ Associazione Culturale Club 33 Giri.

La band nasce nel 2011 da un’ idea adolescenziale, alcuni del Club possono confermare di aver visto nascere questo progetto e tanti di averlo visto crescere; quattro anni dopo; dopo aver macinato live, prove e sudore; hanno presentato di recente sul web “Ciò che non ci serve”.

Biografia Flux Refrain:

I Flux Refrain nascono da un’idea adolescenziale, nel 2011. All’inizio non si chiamavano così, all’inizio non avevano neanche un nome, erano semplicemente quattro ragazzi intenti a suonare, a creare. Dopo circa un anno con il nome Flux Refrain e con una formazione ormai stabile iniziano a esibirsi dal vivo, suonando solo ed esclusivamente inediti; inoltre aprono concerti di vari gruppi già noti nel panorama undeground italiano e non: Boxerin Club, The Van Houtens, Ancien Régime e Nicolò Carnesi.
fluxNel 2014 affrontano un piccolo cambio di formazione, che inciderà dal punto di vista dell’attività live con qualche mese di fermo, mentre sono alla ricerca di una stabilità all’interno del gruppo. Trovato quindi un nuovo equilibrio nasce l’esigenza di ragionare sul da farsi. Registrare. Così, seguendo un’ideale home recording e low budget, nasce il loro primo EP, intitolato “Ciò che non ci serve”, in uscita a Marzo 2015.

I Flux Refrain sono: Pietro, Fabiano, Giuseppe e Vinz.

Recensione dell’ EP su “Giovani Musicisti Casertani – La Rivista”


Ciò che non ci serve - Full EP - YouTube

Flux Refrain:

Pagina FacebookCanale YouTube

Ingresso evento:

  • Tesserati – Gratuito;
  • Non tesserati – 5,00 € di tesseramento.

 

Evento Facebook – Flux Refrain – “Ciò che non ci serve” LIVE

No Comments