Unlearning: proiezione docufilm sulla “decrescita felice” di una famiglia alla ricerca del pollo a quattro zampe

La vita inizia alla fine della tua zona di comfort

unlearning

Se penso alla famiglia Basadonne composta da Lucio, Anna e la piccola Gaia,  che ospiteremo giovedì 9 aprile alle 20.30 per l’unica proiezione campana del docufilm  “Unlearning”, girato durante i sei mesi di “decrescita felice” in giro per tutta l’Europa, mi viene in mente una frase di Tiziano Terzani, tratta da una delle sue ultime interviste: “se ci sono due strade, una piana e una in salita…beh, ti consiglio di scegliere quella in salita; ti troverai sicuramente meglio”.  Ovviamente,  Terzani  non si riferisce al complicarsi in maniera masochista l’esistenza e al mettersi volontariamente in situazioni infelici ma, piuttosto, a quelle situazioni poco comode che portate avanti, tuttavia, provocano in noi momenti di reale felicità.   È quello che succede quando si sconfina e si esce dalla propria comfort-zone, ovvero quell’insieme di abitudini quotidiane che ci fanno sentire sicuri e protetti nella nostra routine. Quando si decide di prendere la strada in salita invece che continuare a percorrere il sentiero pianeggiante qualcosa cambia in noi stessi e nel nostro modo di affrontare la vita. Questo è indubbio.

C’è un’espressione tutta campana, “darsi i pizzichi sulla pancia”, che rende perfettamente questa corrente di pensiero. Spesso accade qualcosa che ci fa fare i conti con noi stessi e ci smuove, “un pizzico” alla volta, verso un modo di agire più affine all’ideale di vita che immaginiamo e a cui aspiriamo.

Per la famiglia Basadonne, tutto incomincia da un disegno di Gaia; un pollo a quattro zampe: non solo il frutto della fantasia infantile, ma il risultato di un ragionamento ovvio: se al supermercato si vendono, imballate, quattro cosce di pollo alla volta vuol dire che il pollo ha quattro zampe. Questo disegno scuote Anna, la mamma di Gaia, e si insinua nella sua mente: “com’è possibile che nostra figlia non abbia idea di come sia realmente un pollo?!?”. Coraggiosamente Anna e Lucio decidono di andare a “caccia di polli” e non solo, per sei mesi, in giro in tutta l’Europa, con 600 euro in tutto, avvalendosi della prima forma di scambio di beni esistita, il baratto. Hanno raccolto una piccola somma grazie al crowdfunding; viaggiato con blabla car scambiando i passaggi su time republik, la più grande banca del tempo italiana; dormito grazie a siti che mettono in contatto viaggiatori con ospiti che in cambio di qualche ora di lavoro  assicurano vitto e alloggio (woofing, helpx, workaway); messo a disposizione la loro casa grazie ad air bnb per chi fosse di passaggio a Genova; insomma, vissuto sei mesi indimenticabili. Il girato, realizzato da Lucio, regista di professione, ora è diventato un dvd pieno di vita e di spunti di riflessione, ma soprattutto di azione.

Perché scegliendo la strada in salita si suda e si fatica almeno il doppio, ma la vista, arrivati su, è indescrivibile.

unl_presentazioni

Il pollo a quattro zampe vi aspetta giovedì 9 aprile alle 21,00. Ingresso gratuito per tutti i tesserati.

0 Comments

Leave a Comment

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Don't have account. Register

Lost Password

Register