‘La Musica può fare’ 4 – LE MOSTRE

Si rinnova la tradizione in Villa Cristina di un’area completamente dedicate alle mostre. Ecco i titoli e gli artisti che potrete ammirare domenica 21 giugno 2015.

Anime e Volti, disegni di Lorenzo D’Ancicco: La sua passione per il ritratto nasce in piena adolescenza. Osservava le foto in primo piano dei personaggi sui giornali, sfogliava gli album di famiglia, ammirava le mani piene di rughe di suo nonno e le foto sui libri di storia. Lo affascinava il fatto che dietro quegli sguardi istantanei, quelle espressioni, i sorrisi e le lacrime, si nascondesse la vita di una persona, immaginandone la storia, percependone la sua anima. La matita e il foglio furono una conseguenza istintiva a tutto questo e non ha fatto altro che assecondarla, lasciandola tale, istinto e passione.

 

Wall of music, fotografie di Diego Dentale: Diego nasce a Torino e presto si trasferisce alle falde del Vesuvio. Fin dall’adolescenza la fotografia diventa la passione principale attorno alla quale ruota la sua vita. Oggi questa passione coincide con un habitat lavorativo che si è costruito con molteplici esperienze, tecniche ed espressive, che arricchiscono i suoi lavori. La dedizione per l’arte della fotografia lo ha portato negli anni ad intraprendere attività di fotogiornalismo da freelance e fotografo di concerti. Grazie al progetto ‘Music Coast to Coast’, creato insieme un amico, ha avuto l’opportunità di effettuare un reportage dei maggiori festival della musica del sud Italia. “Wall of music” è la raccolta delle foto musicali più belle scattate in questi anni.

 

Il reportage: prospettive napoletane, fotografie dal primo corso di fotografia da Nicola D’Orta al Club 33 giri. Il corso ha dato vita ad un progetto finale di reportage. Durante una lezione in esterna ogni allievo ha realizzato un proprio progetto di reportage composto di tre fotografie ispirato a Napoli, alle sue strade e ai personaggi che la affollano. I cinque progetti realizzati sono: ‘Ogni giorno’ di Erika Vatiero, ‘Contrasti’ di Elisabetta Vatiero, ‘Appesi a un filo’ di Roberto Rivezzi, ‘Arte e cultura di Napoli: sacro e profano’ di Ilaria Gaglivo e ‘Di passaggio’ di Margherita D’Alessio.

 

‘Stew’, fotografie di Otilio Chiodero. Per la seconda volta Otilio espone al festival. In occasione della quarta edizione il giovane fotografo sammaritano presenterà degli scatti ispirati al videoclip del brano ‘Always’ dei Blink 182. Uno ‘spezzatino’ visivo tutto da gustare.

 

‘Da qui, messere, si domina la valle’, fotografie di Lello D’Anna. Per la prima volta abbiamo il piacere di ospitare un fotografo salernitano.  Lello ha scelto questo titolo perché verranno esposte foto di paesaggio e soprattutto perché è una citazione del Banco del Mutuo Soccorso. Un titolo che si lega bene alla natura del festival.

0 Comments

Leave a Comment

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Don't have account. Register

Lost Password

Register